Anonim
Image Non abbastanza soldi - vai a piedi. La dura opinione del editorialista "Behind the Wheel" Una peculiare "Disneyland" della mia infanzia era parcheggi aperti vicino alle missioni diplomatiche e commerciali dei vicini planetari. I poliziotti che li hanno custoditi non hanno quasi mai cacciato via i ragazzi, che hanno guardato con entusiasmo nei saloni delle non-macchine. E noi, prima di tutto, eravamo interessati alla digitalizzazione dei tachimetri. Quale auto ha cifre più grandi, che, ovviamente, è meglio!

Oggi mi sembra che i ragazzi cresciuti - dagli acquirenti di auto ai loro produttori - in molti modi siano rimasti così ragazzi. Perché i numeri citati sui tachimetri sono scappati di gran lunga da quelli consentiti dalla Legge - e non solo dal russo. Inoltre, le reali capacità dell'auto nella maggior parte dei casi sono molto indietro rispetto al tachimetro promesso: dicono che la velocità è forzatamente limitata … E questo è comprensibile: con l'aumento della velocità massima promessa per ogni dieci km / h del produttore, aumentando nettamente le difficoltà in termini di pneumatici, freni, raffreddamento e, Certo, sicurezza. In singole supercar come Bugatti, tutto ciò può essere implementato: gli acquirenti di tali auto non guardano ancora i prezzi. Ma per la produzione su larga scala di modelli di massa, l'aumento dei costi può essere una condanna a morte. Tuttavia, nessuno vuole ridurre i numeri: far piacere al pubblico.

Materiali correlati Image 50 km / h in città - ma dove guidiamo ?! In questo contesto, la dichiarazione di Volvo secondo cui entro il 2020 fisserà un limite di velocità massima di 180 km / h su tutti i suoi modelli sarà estremamente curiosa. Secondo gli standard odierni, più che un traguardo modesto. L'obiettivo ufficiale è semplice: secondo la dottrina Vision 2020, presentata nel 2015, a partire dal 2020, non una sola persona dovrebbe morire nei nuovi modelli di questo marchio. Ma solo le supertecnologie di questo, dicono, non possono essere raggiunte. Pertanto, il capo Volvo Hokan Samuelsson spera che altri produttori seguano l'esempio della sua azienda. "La velocità sta uccidendo e non c'è motivo di andare oltre i 180 km / h", afferma il capo di Volvo.

La mossa, secondo me, è molto rischiosa. Ricordiamo la psicologia dei ragazzi che studiano i tachimetri: se i numeri sono modesti, la macchina è cattiva … Un acquirente moderno può anche dire con dispiacere "Fee - little!" E girare nella direzione di altri marchi che non hanno ancora introdotto limiti di velocità.

Tuttavia, l'imminente restrizione può essere causata da altre considerazioni mercantili. Abbassando artificialmente la velocità massima, il produttore si scioglie le mani per quanto riguarda la configurazione dell'auto! Ora, pneumatici, freni e tutto il resto non devono garantire una guida sicura a velocità di 200 km / h. E se è così, allora puoi mettere sul trasportatore ciò che è più semplice ed economico in produzione.